Vai al contenuto
Home » RUN THE LIFE » Correre sulle strade dei Templari: San Giacomo di Ruspaglia.

Correre sulle strade dei Templari: San Giacomo di Ruspaglia.

San Giacomo di Ruspaglia
La strada che collega Foglizzo a San Giusto C.se (e a San Giacomo di Ruspaglia)
Foto scattata lungo il percorso

Introduzione

Giro senza difficoltà da fare a mio avviso partendo da Foglizzo (TO). Volendo si può allungare in una serie di varianti.

Suggestiva l’idea che lungo questa strada 800 anni fa cavalcavano i cavalieri templari. Chissà com’era il territorio, più boschivo magari? Il rio che costeggia la strada per un buon tratto esisteva già? E quella chiesetta, era lì su quella collinetta isolata come ora, oppure esistevano edifici e ricoveri, magari in legno di cui non abbiamo più testimonianza? E così mi ritrovo a correre persa nei miei pensieri a ragionare su quel Medioevo tanto lontano quanto interessante…

Il giro è semplicissimo e si può fare di corsa, in bici o a piedi anche con dei bambini. E’ possibile allungarlo con tutte le varianti del caso.

San Giacomo di Ruspaglia - Abside
Vista dell’Abside

La scheda del giro 1 – Andata e ritorno su medesimo percorso, 6.6 km

DOVE. Partenza da Foglizzo (TO) o da San Giusto C.se (TO), territorio comunale di San Giorgio C.se. In questo caso prendiamo in considerazione la partenza da Foglizzo.

COME FARLO. Di corsa, camminando (trekking leggero), in bici (mtb)

TERRENO. Sterrato. Molto fangoso in alcuni punti se ha piovuto da poco. Due punti leggermente sconnessi, ma davvero nessuna difficoltà.

LUNGHEZZA DEL GIRO. 6,6 Km (3,3,+3,3: andata-ritorno per medesimo percorso), oppure allungando con varianti se lo si utilizza come piccola tappa in un giro più articolato.

DISLIVELLO. Irrilevante, circa 50 m d+

BAMBINI. Si può tranquillamente fare con loro. Sia con un seggiolino montato su una mountain bike, sia a piedi. Non ci sono né pericoli particolari né difficoltà.

RISTORI. No

ANIMALI SELVATICI. Mini lepri, scoiattoli rossi, cervi, caprioli, volpi, cinghiali, avvistati lupi in zona.

LINK A GOOGLE MAPS. https://maps.app.goo.gl/3GyAunwEDHZ2fjzz9

Il percorso di andata verso San Giacomo, partendo da Foglizzo. 3.3 km.

La scheda del giro 2 – Semicircolare, 9 km

DOVE. Partenza da Foglizzo (TO) o da San Giusto C.se (TO), territorio comunale di San Giorgio C.se. In questo caso prendiamo in considerazione la partenza da Foglizzo.

COME FARLO. Di corsa, camminando, trekking leggero.

TERRENO. Sterrato. Molto fangoso in alcuni punti se ha piovuto da poco. Due punti leggermente sconnessi, una piccola ma molto ripida salita su traccia single track nel bosco.

LUNGHEZZA DEL GIRO. 9 km, in buona parte su medesimo percorso, in parte circolare ma con un breve tratto su Strada Provinciale, riprende il giro 1 e lo allunga per un tratto.

DISLIVELLO. Irrilevante, circa 60 m d+

BAMBINI. Si può tranquillamente fare con loro se sono già grandicelli. Unica difficoltà la ripida salita sul single track e la dovuta attenzione da porsi sul tratto su Provinciale.

RISTORI. No

ANIMALI SELVATICI. Mini lepri, scoiattoli rossi, cervi, caprioli, volpi, cinghiali, avvistati lupi in zona.

Percorso alternativo, giro semi-circolare 9 km
Particolare del percorso
Ingrandimento sul percorso semi-circolare da 9 km, poco prima di arrivare sulla provinciale è necessario salire sulla collina tramite un ripido single-track che passa nel bosco, il punto è indicato nell’immagine con l’evidenziatore giallo.

Note storiche

Di questa chiesetta ritroviamo tracce negli antichi documenti dei Conti di Biandrate, potente famiglia feudale che ebbe possessi nel Novarese, in Val Sesia, nel Vallese e nel Canavese, in particolare a Foglizzo e a San Giorgio territori dove collochiamo proprio il nostro giro.  Nel 1164 i Conti di Biandrate confermarono la donazione al Tempio di tutti i loro beni “ad locum ubi Ruspalia dicitur e in circuitu (in Ruspalia e dintorni)”, presso San Giusto Canavese. Sulla targa esposta sulla cappella si legge che è stata voluta dal Conte Guido di Biandrate nel 1174. La cappella viene nominata anche col nome di Santa Maria.

La targa presente sulla parete nord di San Giacomo di Ruspaglia.
La targa presente sulla parete nord di San Giacomo di Ruspaglia.

Andando avanti nel tempo la ritroviamo in un documento del 1222 dove Giacomo de Mellacio, precettore della Casa Templare di Vercelli, fu incaricato di tutelare gli interessi delle casate di Vercelli, Novara, Isana, Ruspaglia e Ivrea. Il documento fa riferimento alla casa Ruspaglia come domus e dedicata a Santa Maria. Successivamente, Gabriele, tutore della domus Templi di Ruspalia (tutore della casa di Ruspaglia), partecipò al capitolo provinciale tenutosi a Piacenza nel 1271.

Negli archivi si trova poi un documento del 1768 dove si legge che la chiesa, dedicata a San Giacomo, faceva parte delle raccomandazioni di Ivrea. Qui la dedica è diversa da quella di Santa Maria al tempo dei Cavalieri Templari e risale probabilmente al periodo successivo alla cessione ai Cavalieri di San Giovanni. Non lontano da questa chiesa si trova un casale denominato “La Commenda”, che, secondo i documenti dei Cavalieri di San Giovanni, apparteneva all’Ordine. A causa della mancanza di studi approfonditi e di una serie di successivi lavori e rimaneggiamenti, non è possibile stabilire se parti di questo edificio risalgano alla fase templare.

Cosa ascoltare mentre si corre…

Io spesso mentre corro ascolto podcast o video interessanti (li ascolto, telefono in tasca e via, non girate come zombie che guardano il telefono mentre camminano o corrono!). Potrebbe essere carino affidarsi ad alcune lezioni del Professor Barbero che parlano proprio dei Templari:


Credits:

https://www.templars-route.eu/en/commandery-san-filipo-deplano-2-3-2/

https://it.wikipedia.org/wiki/Foglizzo


I percorsi e le tracce GPX presenti su runthelife.it nel corso del tempo possono non essere più funzionali: la natura è mutevole, quindi bisogna sempre informarsi presso le autorità locali circa lo stato dei percorsi e la loro fruibilità in totale sicurezza. I consigli per la fruizione di un percorso sono dovuti all’esperienza dell’autore che non si assume la responsabilità della loro validità assoluta e immutabile nel corso del tempo.
Quando esci in ambiente naturale ricordati di portare con te il necessario e di vestirti in modo adeguato. Nei percorsi consigliati è possibile incontrare animali selvatici, non li disturbare.

1 commento su “Correre sulle strade dei Templari: San Giacomo di Ruspaglia.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

it_ITItalian