Vai al contenuto
Home » RUN THE LIFE » LA FATICA NON ESISTE: CORSA BICICLETTA E SCALATE: L’ARTE DI SOGNARE A PERDIFIATO di Nico Valsesia

LA FATICA NON ESISTE: CORSA BICICLETTA E SCALATE: L’ARTE DI SOGNARE A PERDIFIATO di Nico Valsesia

La fatica non esiste - copertina

“Viaggiate, alzatevi la mattina presto, abbracciate la mamma, inseguite una passione, godetevi tutti e tre insieme un bel concerto, leggete, non prendete le cose troppo sul serio… quante raccomandazioni posso fare ai miei figli prima di apparire vecchio e rincoglionito? In fondo però non è proprio questo il traguardo cui deve mirare un padre? Deve arrivare al giorno in cui i suoi figli, sorridendo, lo sfotteranno perchè ne sanno più di lui. Deve farli crescere fino a farsi superare.”

Non è un libro di corsa, non è un libro di montagna, parla di imprese in bici, di corsa, ma, forse, è un viaggio. Un viaggio che sfocia nella crescita, che insegna tanto anche a chi non è interessato a questi argomenti. Non sapevo bene come classificarlo, quindi lo trovate sotto varie categorie, tanto per non sbagliare.

E’ un viaggio. Un viaggio incredibile insieme all’autore in sella alla sua bicicletta in alcuni dei luoghi più affascinanti del mondo, viaggia in bici, viaggia a piedi, viaggia di corsa. E poi c’è la Race Across America: “4800 chilometri e 51800 metri di dislivello positivo da percorrere non-stop attraversando gli Stati Uniti dalla costa ovest (Oceanside, California), a quella est (Annapolis, Maryland). Il tempo massimo consentito per compiere il tragitto è di 12 giorni, vuol dire una media di 400 chilometri ogni 24 ore, per riuscire a chiuderla nella categoria “solo”. Si pedala sempre, anche di notte, concedendosi poche ore di sonno, una o due al giorno. Quando scendi dalla bici, dopo due o tre giorni di gara, ti addormenti ovunque in pochissimi secondi. Svegliarsi è difficile, devono quasi prenderti a schiaffi, scuoterti, per tirarti su e darti una scossa. Io l’ho corsa 5 volte e l’unica cosa che ho capito di questa competizione è che per portarla a termine devi amare più di ogni altra cosa quello che stai facendo, devi amarla sempre e comunque, altrimenti vai fuori di testa. È una gara folle a vederla da fuori, ma sui pedali non c’è spazio per l’incoscienza. Bisogna tarare tutto, allenarsi allo sfinimento, per riuscire a superare indenni la RAAM.” (testo tratto dal sito di Nico Valsesia)

E poi tutte le altre imprese… quando in Bolivia decide di attraversare di corsa il Salar de Uyuni, immenso deserto di sale a oltre tremila metri di quota, dove la fatica ha come cornice un’infinita distesa di bianco, nel quale il sole si riflette facendo perdere qualsiasi riferimento. C’è è l’ascesa ai 4.810 metri del monte Bianco dopo essere partito in bicicletta sedici ore prima dalle spiagge di Genova: qui si entra in territorio alpinistico, sul tetto d’Europa con sedici ore di bici alle spalle… il solo pensiero mi fa male… e ci sono molti altri viaggi, tutti in luoghi meravigliosi con in comune una costante: la fatica, enorme, da saper gestire e da saper calmare perchè in fondo “la fatica non esiste“!

Qualche estratto dal libro:

“Perchè il cervello si riaccenda, anche quando è annebbiato dopo trenta ore dall’ultima volta in cui ti sei sdraiato a riposare, non è sufficiente che tu dica: “Lo voglio”. Anche un mulo da soma, se sfiancato, si ferma. Per andare avanti, nonostante tutto, deve piacerti quello che stai facendo. Devi estraniarti dai dolori che ti pervadono, guardarti dal di fuori, come se fossi un altro, e pensare che sei felice di pedalare nel deserto perchè, anche se potessi scegliere tra cento posti diversi, è proprio lì che vorresti essere.”

“La parola magica è “scomporre”. Tutti gli obiettivi ambiziosi all’inizio possono sembrare irraggiungibili, ma dopo esserti convinto a partire dipende da te. Per non farti schiacciare dal peso di un traguardo apparentemente lontanissimo devi creartene altri intermedi e più abbordabili, tappe mentali per i tuoi sforzi e, al tempo stesso, ti facciano sentire la meta alla tua portata. Più vicino di ieri e più lontano di domani, fino al giorno in cui sei arrivato.”

Se sei interessato al libro o vuoi leggere altre recensioni clicca qui: https://amzn.to/3WMaOGb

Se leggi da Kindle e sei interessato a risparmiare con Kindle Unlimited clicca qui: https://www.amazon.it/kindle-dbs/hz/signup?tag=runthelife-21

Se sei interessato al mondo Kindle clicca qui: Scegli il tuo Kindle

Run the life è un membro del Programma di affiliazione Amazon UE, un programma pubblicitario di affiliazione pensato per fornire ai siti un metodo per ottenere commissioni pubblicitarie mediante la creazione di pubblicità e link a Amazon.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

it_ITItalian