Vai al contenuto
Home » RUN THE LIFE » PIOGGIA E NEBBIA.

PIOGGIA E NEBBIA.

Una strada di campagna che si perde nella nebbia

Andare a correre non è sempre facile.  

Ci sono anche giornate come questa. Dove il panorama è inesistente, c’è la nebbia, fa freddo, piove.

Chi te lo fa fare?

Però a volte avere la perseveranza di uscire comunque, nonostante la scomodità della situazione, porta degli enormi benefici. Innanzi tutto autostima, perché ammettiamolo. Tu prova una volta a correre sotto l’acqua e vedrai che mentre corri ti senti un figo: sei stato in grado di rispettare quello che ti eri imposto, tu quel giorno dovevi andare a correre e l’hai fatto e questa cosa, oltre a forgiarti nel carattere, ti ripaga con la consapevolezza di aver completato un compito che ti eri dato per quella giornata.

Dopo la scomodità iniziale, però, quando ormai non senti più freddo e le gambe vanno da sole, ti rendi conto che anche mentre corri sotto la pioggia qualcosa di bello c’è.

C’è più silenzio.

O meglio, non è proprio silenzio, ma è qualcosa di magico.

Senti il rumore delle gocce sulle foglie, un ticchettio che abbraccia i tuoi sensi, vedi la nebbiolina che sale tra gli alberi, magari la bruma in lontananza, oppure una fitta nebbia che avvolge tutto rendendo il bosco dove stai correndo un bosco incantato.

E poi mentre corri tra fango e pozzanghere magari puoi fare incontri magici…

Ecco.

La prossima volta che piove e che non hai voglia di uscire mettiti quelle scarpe, esci e vai a correre!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

it_ITItalian