Vai al contenuto
Home » RUN THE LIFE » PUSH: UN’ESPERIENZA AL LIMITE di Tommy Caldwell

PUSH: UN’ESPERIENZA AL LIMITE di Tommy Caldwell

Push di Tommy Caldvell, copertina del libro

La vita di Tommy Caldwell è un romanzo, non serve aggiungere nulla, basta semplicemente raccontarla. Papà guida alpina e bodybuilder che lo inizia allo sport e alle scalate da piccolissimo, un talento naturale, esperienza all’aria aperta spesso oltre ogni limite, i problemi con la scuola, l’ascesa nel circuito dell’arrampicata, un rapimento da brividi da parte di terroristi mentre, poco più che ventenne partecipa ad una spedizione sulle montagne del Kirghizistan, un brutto incidente che gli fa perdere due falangi, le spedizioni in Patagonia, il Fitz Roy e la prima traversata delle sue creste insieme a Alex Honnold… e poi l’ascesa della Dawn Wall sita a  El Capitan, nel Parco Nazionale dello Yosemite, parete liscia che si erge per quasi 1000 metri, un progetto lungo 7 anni. Tommy l’ha salita insieme a Kevin Jorgeson in 19 lunghissimi giorni trascorsi interamente in parete.

Bellissimo, onesto, appassionante. Fa riflettere su cosa ci permettano di realizzare motivazione e perseveranza. I libri di montagna sono sempre scritti da cui si può imparare molto, che ci insegnano dove possiamo arrivare se solo lo vogliamo veramente e se siamo disposti ad impegnarci a fondo.

Ti lascio qualche bel video che rende l’idea di cosa si ritrova tra le pagine di questo libro. Qu sotto la traversata del Fitz Roy e un tiro sulla Down Wall:

e il trailer di The Dawn Wall :

Se sei interessato al libro o vuoi leggere altre recensioni clicca qui: https://amzn.to/3J6Y44X

Se leggi da Kindle e sei interessato a risparmiare con Kindle Unlimited clicca qui: https://www.amazon.it/kindle-dbs/hz/signup?tag=runthelife-21

Se sei interessato al mondo Kindle clicca qui: Scegli il tuo Kindle


e qui sotto qualche estratto dal libro:

“Non sapevo niente di acido lattico o di “sballo del corridore”, ma in breve mi resi conto che, quando mi allenavo ero felice.”

“[…] stavo cominciando a scoprire delle sensazioni fondamentali su me stesso e sulla mia visione della realtà e del posto che occupavo nel mondo.
Cominciavo a pensare che arrampicare potesse essere la mia strada verso quella che consideravo una verità più grande: il fatto che nella nostra esistenza la semplicità, la solitudine e la bellezza della natura fossero le vere gemme.”

“Giravo attorno a El Cap fino a raggiungere la cima, e una volta lassù mi fermavo ad ascoltare. Sentivo il profumo di manzanita, facevo scorrere le mani sulla roccia e studiavo l’aspetto e la consistenza del granito. Il ritmo del movimento in montagna riesce a smussare gli spigoli dell’ego. Piano piano, mi sentivo diventare parte del paesaggio. Ascoltavo il rombo delle cascate e il vento, ma anche una vocina interiore che predicava serenità e semplicità. Quando sopraggiungeva un temporale facevo lunghe escursioni, durante le quali riscoprivo il fascino vertiginoso degli alberi, del cielo e, soprattutto delle rocce.”


Run the life è un membro del Programma di affiliazione Amazon UE, un programma pubblicitario di affiliazione pensato per fornire ai siti un metodo per ottenere commissioni pubblicitarie mediante la creazione di pubblicità e link a Amazon.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

it_ITItalian